Il portale al servizio di tutti gli Enti e gli Operatori addetti alle notifiche

Codice di procedura civile

145. Notificazione alle persone giuridiche

La notificazione alle persone giuridiche si esegue nella loro sede [c.c. 14, 16, 46], mediante consegna di copia dell’atto al rappresentante o alla persona incaricata di ricevere le notificazioni o in mancanza, ad altra persona addetta alla sede stessa ovvero […]

146. Notificazione a militari in attività di servizio

Se il destinatario è militare in attività di servizio e la notificazione non è eseguita in mani proprie [c.p.c. 138], osservate le disposizioni di cui agli articoli 139 e seguenti, si consegna una copia al pubblico ministero, che ne cura […]

147. Tempo delle notificazioni

Le notificazioni non possono farsi prima delle ore 7 e dopo le ore 21 [disp. att. c.p.c. 47] (1) (2). ———————– (1) Articolo così sostituito dal comma 1 dell’art. 2, L. 28 dicembre 2005, n. 263. Il comma 4 dello […]

148. Relazione di notificazione

L’ufficiale giudiziario certifica l’eseguita notificazione [c.p.c. 137] mediante relazione da lui datata e sottoscritta, apposta in calce all’originale e alla copia dell’atto [c.c. 2658; c.p.c. 314, 480]. La relazione indica la persona alla quale è consegnata la copia e le […]

149. Notificazione a mezzo del servizio postale

Se non ne è fatto espresso divieto dalla legge, la notificazione può eseguirsi anche a mezzo del servizio postale (1). In tal caso l’ufficiale giudiziario scrive la relazione di notificazione sull’originale e sulla copia dell’atto, facendovi menzione dell’ufficio postale per […]

149-bis. Notificazione a mezzo posta elettronica

Se non è fatto espresso divieto dalla legge, la notificazione può eseguirsi a mezzo posta elettronica certificata, anche previa estrazione di copia informatica del documento cartaceo. Se procede ai sensi del primo comma, l’ufficiale giudiziario trasmette copia informatica dell’atto sottoscritta […]

Art. 150 c.p.c. Notificazione per pubblici proclami

Quando la notificazione nei modi ordinari [c.p.c. 138] è sommamente difficile per il rilevante numero dei destinatari o per la difficoltà di identificarli tutti, il capo dell’ufficio giudiziario davanti al quale si procede [e, in caso di procedimento davanti al […]

151. Forme di notificazione ordinate dal giudice

Il giudice può prescrivere, anche d’ufficio, con decreto [c.p.c. 131] steso in calce all’atto, che la notificazione sia eseguita in modo diverso da quello stabilito dalla legge, e anche per mezzo di telegramma collazionato [c.c. 2706] con avviso di ricevimento […]

152. Termini legali e termini giudiziari

I termini per il compimento degli atti del processo sono stabiliti dalla legge; possono essere stabiliti dal giudice anche a pena di decadenza, soltanto se la legge lo permette espressamente. I termini stabiliti dalla legge sono ordinatori, tranne che la […]

153. Improrogabilità dei termini perentori

I termini perentori non possono essere abbreviati o prorogati, nemmeno sull’accordo delle parti. La parte che dimostra di essere incorsa in decadenze per causa ad essa non imputabile può chiedere al giudice di essere rimessa in termini. Il giudice provvede […]


Pagina 2 di 3«123»

Hanno detto …

L'essenza dell'ottimismo non è soltanto guardare al di là della situazione presente, ma è una forza vitale, la forza di sperare quando gli altri si rassegnano, la forza di tenere alta la testa quando sembra che tutto fallisca, la forza di sopportare gli insuccessi, una forza che non lascia mai il futuro agli avversari, il futuro lo rivendica a sé. (D. Bonhoeffer)
/* Cookies */